I social media sono adatti al tuo business?

31 lug, 2019

Condividi su:

Ci sono molte più piattaforme di social media di quanto credi

I social media sono una parte enorme della nostra vita quotidiana. L'utente medio di internet ha ora 8,5 social media account. Anche quelli di noi che non sono su queste piattaforme, spesso vedono storie nei media televisivi  tramite l'uso ingegnoso che ne fanno le aziende come canale di pubbliche relazioni: dai coloratissimi Unicorn Frappuccini di Starbuck, all'eccellente uso dei social media di John Lewis per creare interesse per le loro iconiche pubblicità natalizie annuali. 

Ma per favore, dimentica i Frappuccini Rainbow Unicorn per un secondo, è il momento di pensare a una domanda importante, quanto tempo dovresti dedicare alla tua attività sui social media? 

I grandi personaggi dei social media 

Prima di decidere se le piattaforme di social media possono essere utili come canale di marketing, diamo un'occhiata ai principali protagonisti:

Abbiamo visto che 8,5 è il numero medio di account social. Quindi, chi sono altre piattaforme al di là dei tre grandi Facebook, Instagram e Twitter? 

Scopriamo che la piattaforma più visitata non è nemmeno una di queste tre; passiamo tutti molto tempo su questo sito, ma dimentichiamo facilmente le sue caratteristiche sociali, o almeno cerchiamo di stare lontani da tutto quel trambusto che è la sezione commenti video. Sto parlando di Youtube, il numero uno e visitato dall'86% degli utenti internet (esclusa la Cina).

I prossimi due sono applicazioni che la maggior parte di noi controlla quotidianamente. Appartengono entrambe a Facebook: Facebook Messenger e WhatsApp. Con la prima utilizzata dal 72% e la seconda dal 66% delle persone online (esclusa la Cina)

Poi abbiamo due società di proprietà di Microsoft: Linkedin e Skype sul 40% e il 35%, e infine l'outlier Snapchat. Questa piattaforma è unica in questa lista perché è l'unica a non essere di proprietà di Google, Facebook o Microsoft. 

Grandi affari per grandi aziende 

Abbiamo visto che 9/10 delle principali piattaforme di social media sono di proprietà di grandi aziende. Dal punto di vista di un imprenditore, questa potrebbe essere una buona o una cattiva notizia; chiaramente i proprietari di social media stanno facendo soldi: solo in un mercoledì del 2018, Mark Zuckerberg ha guadagnato 1,7 miliardi di dollari da Instagram solo annunciando una nuova funzionalità

Ma non è ancora chiaro se valga la pena spendere il budget e il tempo della tua azienda interagendo sui social media. Anche se il contenuto che pubblichi sui social media porta a maggiori vendite, se postato sul tuo sito o sulle tue pagine di directory.

Il valore commerciale dei social media dipende dalle dimensioni della tua azienda e dal suo settore. I social media sono sicuramente una prospettiva interessante per i marchi che cercano di rivolgersi alle generazioni più giovani. 

Questo studio ha rilevato che dal 2017, tra i 16-24 anni, i social media sono diventati il canale di marketing digitale più influente.  

Questo studio ha anche rilevato che più di 4 su 10 usano i social network per cercare nuovi marchi o prodotti. Quindi un numero significativo di persone utilizza i social network per ricercare le proprie decisioni di acquisto. 

Tutte le prove supportano l'idea che i social media possano essere utilizzati per rafforzare e costruire il riconoscimento del marchio. Il 22% dei consumatori su internet ha gradito o seguito un marchio sui social network nell'ultimo mese.

Evita la Social Media Echo Chamber!

Ma che dire delle medie e piccole imprese? Non è così semplice per queste aziende, che non possiedono la base di supporto o il concetto di marchio necessario per ottenere il massimo da questo aspetto dei social media.

Se le PMI non hanno la giusta strategia con i social media, sono suscettibili all'effetto echo chamber: quando un'azienda sta realmente parlando solo con se stessa piuttosto che trovare nuovi clienti; per esempio quando un'azienda con poche centinaia di connessioni comunica principalmente con colleghi, parenti e amici che utilizzerebbero comunque l'azienda.

Le aziende che si trovano in questa situazione potrebbero fare cose molto più produttive con i loro budget di tempo e di marketing digitale. Come minimo, dovrebbero riformulare la loro strategia sui social media.

PMI lavorate prima sul vostro SEO locale

Qualsiasi piccola o media impresa con locali fisici deve assicurarsi di poter essere trovata su tutte le più importanti mappe online, motori di ricerca e directory locali, prima ancora di pensare ai social media.

Dopotutto, che senso ha che gli utenti dei social media possano trovare la pagina facebook della tua azienda se non riescono a trovare il tuo business in primo luogo?

Anche i social media possono avere un'influenza importante sulle giovani generazioni, ma c'è qualcosa di più importante di questo; hai mai provato a chiedere indicazioni a qualcuno sotto i trent'anni? 

La generazione che è in grado di tenere una mappa nella giusta direzione sta diventando sempre più numerosa. 

Con i millennial, soprattutto per “la generazione Z”, se il tuo negozio o ristorante non è sui motori di ricerca o su Google Maps, potrebbe anche essere su Pluto. Per garantire che i clienti possono trovare il tuo business, assicurati di avere un'efficace strategia di SEO locale. 

Una parte fondamentale di questa strategia deve essere la creazione di elenchi di directory efficaci, facendo questo su tutte le più importanti directory locali, incluso Google My Business. Questo migliorerà la visibilità del tuo sito sui motori di ricerca, le directory e le mappe online. 

Anche gli elenchi locali sono un'importante influenza sulle decisioni di acquisto dei consumatori, in quanto molti di essi dispongono di recensioni. Se questa presenza è gestita in modo efficace, esse può creare fiducia nella tua azienda e attirare nuovi clienti.

Ti stanno già cercando in elenchi di Directory 

Gli elenchi di directory possono essere più efficaci di un profilo di social media perché le persone che utilizzano queste directory sono in realtà lì per cercare un business in un settore specifico, piuttosto che per spiare i loro amici.

Gli elenchi di directory sono particolarmente utili per le PMI come i ristoranti: Uno studio recente ha dimostrato che il 90% dei consumatori negli Stati Uniti e l'87% nel Regno Unito sono stati ispirati da tripadvisor a provare nuovi ristoranti. 

È importante notare che le recensioni appaiono per un'azienda online, sia che scelgano di essere presenti o meno. Così le aziende senza una directory e la presenza di recensione potrebbero perdere business con recensioni negative senza nemmeno saperlo.

Questo è l'ennesimo motivo per cui le PMI farebbero meglio a dedicare il loro tempo a questo aspetto piuttosto che ai social media. 

Ci sono molte directory locali specializzate per ciascun settore industriale. Le informazioni di un'azienda e il profilo di recensione devono apparire correttamente in tutti questi elenchi. Le PMI che lo hanno fatto bene possono poi eventualmente passare a facebook, ma solo dopo aver finito con le basi!

Hai bisogno di aiuto per gestire gli annunci e le recensioni? 

rankingCoach può rendere tutto questo molto più facile e veloce. L'applicazione mostra alle aziende dove devono essere. Ti dà la possibilità di centralizzare e sincronizzare tutte le tue informazioni su più directory con un solo click. È inoltre possibile utilizzare l'applicazione per tenere traccia delle recensioni online e rispondere multipiattaforma dall'interno dell'applicazione. Inizia subito la tua prova gratuita.

Condividi su: