Modi per ottimizzare il tempo di caricamento del tuo sito web - perché è così importante per il tuo business

26 mag, 2021

Condividi su:

Nel nostro ultimo articolo, abbiamo affrontato l'argomento dell'ottimizzazione mobile per il tuo sito web. Ma far apparire il sito in maniera gradevole sui dispositivi mobili non è l'unica cosa da tenere a mente: La velocità di caricamento del sito è altrettanto importante. Google ha scoperto molto presto che la velocità di caricamento delle pagine ha un impatto enorme sull'esperienza dell'utente e l'ha resa un fattore di ranking. I siti che si caricano troppo lentamente vengono di conseguenza declassati nella classifica. L'esperienza dell'utente sta diventando sempre più rilevante, una ragione di questo è l'ultimo aggiornamento di Google, Core Web Vitals, che sarà lanciato a maggio del 2021.

Con Google che si sforza di fornire ai suoi utenti i migliori risultati possibili e la migliore esperienza utente possibile, potresti chiederti se questo è un argomento che riguarda anche te, come imprenditore. La risposta è semplice, sì, se vuoi mantenere le tue classifiche e soddisfare sia i tuoi visitatori che Google. Google sarà in grado di misurare sulla base degli URL come gli utenti percepiscono l'esperienza e l'interazione con un sito web e sarà anche in grado di confrontarlo con altri siti web. Questo significa, in parole povere, che l'esperienza dell'utente diventerà presto un fattore di ranking ufficiale per i siti web. A causa della forte correlazione tra la velocità della pagina e l'esperienza dell'utente, ha senso per ogni web hoster, controllare la propria velocità di caricamento e, se necessario, ottimizzarla.

 

Cos'è la velocità della pagina?

 

Ma come si definisce esattamente la velocità della pagina? La velocità della pagina si riferisce alla velocità di caricamento di un sito web. C'è disaccordo su ciò che costituisce esattamente un sito web completamente caricato, dato che i motori di ricerca usano altri fattori per deciderlo rispetto a una persona comune. Ma il fatto è che più lento è il caricamento di un sito, più alta è la frequenza di rimbalzo, mostrandoci ancora una volta un legame diretto tra la velocità di caricamento e il comportamento degli utenti! Ecco alcuni esempi concreti per i tempi di caricamento e le loro percentuali di rimbalzo associate: 

  • La frequenza di rimbalzo aumenta del 32% quando il tempo di caricamento aumenta da 1 a 3 secondi
  • La frequenza di rimbalzo aumenta del 90% quando il tempo di caricamento aumenta da 1 a 5 secondi
  • La frequenza di rimbalzo aumenta del 106% con un tempo di caricamento di 6 secondi


In passato, si è stabilito che, quando tutto, compreso l'intero codice sorgente, è stato caricato, ciò significa che il sito è stato caricato completamente. Ma gli utenti stessi hanno un'opinione leggermente diversa. Sono meno interessati ai tecnicismi e più interessati a quando possono effettivamente utilizzare il sito. Quindi, per loro è più importante quando il Largest Content Paint (LCP) viene caricato, cioè il momento in cui il sito web inizia a mostrare contenuti che hanno senso. Da questo momento in poi, l'utente può, per esempio, leggere un articolo, visualizzare un prodotto, ecc. Il Largest Content Paint non solo è il più rilevante per l'utente, ma Google lo considera anche molto importante. Un tempo appropriato per il caricamento del LCP sarebbe fino a 2,5 secondi.

 

Misura la velocità del tuo sito web e identifica i problemi

 

Prima di tutto, testa la velocità del tuo sito! Per misurare la tua velocità, ci sono molti strumenti che puoi usare gratuitamente! Uno di questi è il popolarissimo Google PageSpeed Insights. Questo strumento può testare qualsiasi sito per le sue prestazioni, sia la versione desktop che quella mobile. È molto facile da usare ed è compatibile con la maggior parte dei browser. Basta inserire l'URL in questione e ti darà un sacco di informazioni sul tempo di caricamento. Lo strumento esamina anche tutte le sottopagine del tuo sito web, dando a ciascuna di esse un punteggio fino a 100. Fornirà inoltre un rapporto in pochi minuti e dividerà tutte le informazioni in diverse sezioni con diverse priorità. 

Se la tua velocità di caricamento è meno che soddisfacente, ci sono alcune possibili cause che puoi controllare immediatamente: Il tuo sito è troppo grande? Cioè ha molte sottopagine che contengono molti file di grandi dimensioni? Questo da solo avrebbe già un enorme impatto sulla velocità di caricamento. Dovresti anche controllare se hai troppe richieste HTTP (chiamate al server). Una chiamata al server viene avviata per ogni immagine che viene visualizzata sul tuo sito web e ogni link di reindirizzamento incorporato nel tuo testo. Se hai molti di questi elementi sulla tua pagina, questo renderà automaticamente il tuo sito più lento.



Da fare - 8 consigli per rendere il tuo sito più veloce

Se non sei sicuro da dove cominciare, ecco alcuni consigli su cosa puoi fare subito, anche senza essere un esperto di velocità di caricamento:

1.Mantieni il tuo codice sorgente chiaro: Cerca di usare un codice snello che adempia alla tua funzione e, se necessario, sbarazzati di qualsiasi frammento di codice non necessario. 

2.Dimensione dell'immagine:  Assicurati di ridurre al minimo le dimensioni dell'immagine il più possibile e non usare dimensioni più grandi a meno che non sia necessario! 

3.Compressione: È possibile comprimere alcuni elementi del sito web in modo che si carichino più velocemente. Il processo che rende la pagina più piccola si chiama compressione gzip e funziona in modo simile ai file zip. Puoi usarlo per ridurre le dimensioni dei tuoi file CSS, HTML e JavaScript (non usarlo sulle immagini, per assicurarti che siano ancora visualizzate in buona qualità).

4.Usa la cache del browser: Assicurati di attivare il caching. In questo modo si riduce la quantità di dati da caricare per gli utenti che ritornano e per gli utenti che aprono più pagine. Se la pagina non deve essere ricaricata completamente ogni volta, si risparmierà un sacco di tempo di caricamento!

5.Plug-In: Alcuni plug-in possono automatizzare i processi all'interno del sistema del tuo negozio, che a sua volta avrà un effetto positivo sulla velocità di caricamento. WordPress per esempio offre vari plug-in, come WP Rocket o Total Cache. Se non usi WordPress puoi semplicemente cercare su Google il tuo fornitore di CMS aggiungendo parole chiave come "make my shop system faster" ecc. 

6.Ridurre le richieste HTTP: Usando gli sprites immagine CSS, puoi mettere tutte le immagini in un unico file bogger, che poi richiederà una sola chiamata al server per tutte le immagini! Devi anche assicurarti di sistemare i tuoi link rotti! I link rotti sono link sul tuo sito che non esistono più e non portano da nessuna parte, eppure la richiesta viene fatta, e causa tempo di caricamento per nessun'altra ragione se non quella di visualizzare un messaggio di errore. In generale, dovresti cercare di mantenere i reindirizzamenti a una quantità necessaria, poiché - come detto in precedenza - ogni reindirizzamento causa una richiesta al server, che a sua volta aggiunge al tempo di caricamento.

7.Scegliere il giusto fornitore di hosting web: Il tuo provider ha troppi utenti su un server? Scegli invece un provider di hosting veloce e affidabile! 

8.Server: Se hai fatto tutto quello che potevi e il tuo sito è ancora lento, dovresti controllare il tuo server. Forse è semplicemente obsoleto e dovresti iniziare a pensare di passare a uno diverso.

 

L'ottimizzazione della velocità della pagina vale la pena, cerca di lavorare su ciò che puoi!

 

Come per molte cose che puoi fare per il tuo business online, è sempre una tua decisione quanto tempo e denaro sei disposto (o capace) a spendere per lavorare sull'ottimizzazione. Molti fattori influenzano la tua presenza online e ci sono molte opinioni diverse su internet su quali siano le più importanti.

Ma dal momento che Google ha recentemente introdotto l'indicizzazione mobile-first, il che significa che il contenuto è ora indicizzato esclusivamente sulla versione mobile del tuo sito, è più o meno senza alternativa per assicurarsi che il tuo sito sia ottimizzato per i cellulari e si carichi rapidamente. Inoltre, come questo articolo ha mostrato, ci sono molte cose semplici che puoi fare per ridurre notevolmente i tuoi tempi di caricamento, il che avrà un effetto diretto sulle tue percentuali di rimbalzo. Questo rende i tempi di caricamento un punto di partenza importante e relativamente facile per ottimizzare la tua pagina web. E tieni a mente: non devi avere la pagina più veloce del mondo. È sufficiente che tu sia più veloce dei tuoi concorrenti.

Se vuoi ottenere un ulteriore aiuto per ottimizzare il tuo sito web, ci sono diverse grandi applicazioni online, come rankingCoach, che sono specializzate per fare proprio questo. rankingCoach offre un'applicazione di reporting completamente gratuita per tenere traccia delle tue prestazioni online e allo stesso tempo tenere d'occhio i tuoi concorrenti! Puoi anche collegare Google Analytics con il tuo account rankingCoach per ottenere un'analisi ancora più approfondita delle tue prestazioni online!

Condividi su: