Perché hai bisogno di Google Search Console per migliorare la tua SEO?

25 mar, 2021

Condividi su:

La Google Search Console (GSC, precedentemente conosciuta come Google Webmaster Tools) è uno strumento di analisi e di servizio gratuito di Google, progettato per garantire che il tuo sito web sia nelle migliori condizioni possibili e soddisfi i requisiti di Google. Utilizzando la Google Search Console, si possono scegliere numerose impostazioni per i siti web o le applicazioni, si possono visualizzare le statistiche e si possono effettuare ottimizzazioni. Inoltre, i webmaster ricevono notifiche su backlink innaturali o malware che sono stati installati sul sito web. 

 

Cos'è esattamente la Google Search Console? 

Google Search Console è un insieme di strumenti e rapporti che i webmaster o chiunque gestisca un sito web può utilizzare per monitorare, gestire e migliorare la propria presenza sul web. Con l'aiuto di Google Search Console ottimizzare il tuo sito web è molto più facile.

In contrasto con Google Analytics, che è un eccezionale strumento di analisi per i siti web, la Google Search Console è simile nella struttura, ma più adatta a migliorare costantemente il sito web in questione. Oltre ad aiutarti a diagnosticare eventuali problemi tecnici di SEO, può anche aiutarti a conoscere le tue pagine più popolari e aiutarti ad aumentare il tuo traffico organico. La Search Console dovrebbe quindi essere dedicata al compito principale di lavorare e migliorare il tuo sito web. L'ottimizzazione continua del proprio sito web è molto importante per il successo della propria attività, per cui l'uso della Search Console, che aiuta nel miglioramento continuo, è diventato una necessità assoluta. 

 

Come posso iniziare con Search Console?

Come al solito con gli strumenti di Google, la registrazione e la configurazione sono molto semplici. È possibile accedere al proprio account Google e poi aprire la Search Console qui. Dopo che la registrazione è stata completata, il sito web in questione deve prima essere registrato e il proprietario deve verificare il sito web. Verifica l'account utilizzando un account Google Analytics valido tramite il nome del dominio, un tag HTML o il Google Tag Manager.

 

  1. Aggiungi un nuovo sito web a Google Search Console - Se questo è il primo sito che hai impostato in Google Search Console, dovresti vedere questo messaggio di benvenuto, puoi quindi fare clic su Start o cliccare su Aggiungi proprietà nel menu a discesa. 
  2. Aggiungi il tuo dominio - Il modo più semplice è quello di selezionare il tipo di proprietà "Dominio" e poi inserire l'URL del tuo sito web. Assicurati di usare l'URL esatto (controlla come appare nella barra del tuo browser). Una volta fatto questo, clicca su Continua.
  3. Verifica il tuo account - Per verificare il tuo sito web, copia il record DNS TXT certificato da Google Search Console e aggiungilo al tuo provider di dominio per verificare la proprietà del tuo dominio.
  4. Ci sono vari modi per verificare la proprietà:
    1. Google Analytics: Usa il tuo account di Google Analytics.
    2. Google Tag Manager: Usa il tuo account Google Tag Manager.
    3. Tag HTML: Aggiungi un meta tag alla homepage del tuo sito web.
    4. File HTML: Carica un file HTML sul tuo sito web.

Se hai seguito questi passi, la Search Console è ora impostata per essere utilizzata.

 

Panoramica delle caratteristiche più importanti di Search Console

La nuova Google Search Console, introdotta nel 2018 ha molte funzioni che possono essere utilizzate per analizzare e ottimizzare un sito web. Ecco alcune di queste funzioni:

Indice

Quando lanci un nuovo sito web, puoi vedere se il tuo sito è già indicizzato e se sì, quante pagine sono effettivamente elencate.

La scheda Copertura - mostra tutte le tue pagine indicizzate e tutte le pagine che non sono incluse nella tua sitemap.

Controllare gli errori del sito

    1. Errore di reindirizzamento - Questo succede quando un reindirizzamento a una pagina non funziona correttamente
    2. Errori del sito  - Quando una pagina non è accessibile, viene visualizzato un errore 404. Le pagine 404 non sono un disastro totale. Tuttavia, dovrebbero essere evitate o corrette, perché se hai molti link interni a pagine 404, questo può portare il Googlebot a raggiungere un "vicolo cieco".
    3. L'URL inviato ha un problema di crawling -  A volte, una pagina può essere bloccata dai crawler nel tuo Robots.txt.

Monitora e analizza i risultati di ricerca di Google

Nella scheda Prestazioni nell'SGC, hai quattro metriche da guardare: 

 

  1. Click - Quando un utente seleziona un link che lo porta dalla ricerca di Google al tuo sito web, conta come un clic. 
  2. Impressioni - Ogni volta che il tuo link URL appare in un risultato di ricerca, genera un'impressione.
  3. CTR  -  Il numero di utenti che cliccano sul tuo risultato e accedono al sito web.
  4. Posizioni Medie - Questa è la posizione media di ranking della tua pagina per una o più query di ricerca.

Controlla i tuoi backlink 

Nella scheda dei link nel SGC - puoi dare un'occhiata ai tuoi backlink (siti che si collegano a te). I backlink sono un'indicazione per Google che il contenuto del tuo sito web è affidabile. Più backlink ci sono, meglio è. Tuttavia, la qualità e la rilevanza sono molto importanti per i backlink.

 

Rapporto sulla velocità della pagina

Questo rapporto aiuta i marketer SEO ad immergersi nei problemi di velocità della pagina per URL. Dopo un aggiornamento di un URL, è possibile utilizzare questo Pagespeed Report per controllare e monitorare se gli utenti stanno vedendo un miglioramento delle prestazioni.

Ottimizzazione dell'usabilità mobile

Nella scheda Usabilità Mobile - Puoi controllare se il tuo sito web ha problemi di usabilità mobile. È importante assicurarsi che il tuo sito web funzioni bene per gli utenti su dispositivi mobili.

Rapporto Amp

Questa sezione ti permette di monitorare tutte le tue pagine AMP. Le pagine AMP hanno un effetto molto positivo sulla tua SEO. Si tratta quindi di tenerle d'occhio e di cercare gli errori nel markup AMP, ed è qui che il rapporto AMP della Search Console può aiutarti.

 Sitemap XML

Una sitemap è un file XML che, in parole povere, memorizza una tabella dei contenuti del tuo sito web. Si tratta di una caratteristica molto importante, che sarà discussa più avanti, in modo che il suo significato possa essere chiarito.

 

Search Console: Sitemap XML

Anche se Google può scansionare e indicizzare le tue pagine senza una sitemap. È altamente consigliabile creare una sitemap per aiutare Google a capire il tuo sito nel miglior modo possibile. La sitemap XML è letteralmente una mappa del tuo sito web che elenca tutte le tue sottopagine. 

Una sitemap XML è un file leggibile dalla macchina che fornisce un elenco di URL che può essere letto da Google e altri motori di ricerca. Anche se questo non è una garanzia per la successiva indicizzazione, aumenta la possibilità che anche gli elementi della pagina che sono di difficile accesso vengano scansionati.

Ulteriori informazioni, come quando la pagina è stata aggiornata l'ultima volta o quanto spesso la pagina è stata cambiata, così come quanto è importante la pagina per il sito web, diventano evidenti ai motori di ricerca grazie a una sitemap XML

Con una sitemap XML, i dati e le parole chiave possono essere valutati più velocemente, il che si traduce in modifiche al tuo sito web che viene trovato e classificato dai motori di ricerca più rapidamente. Quando ottimizzi il tuo sito web per i motori di ricerca, vuoi che notino tutti i cambiamenti che hai fatto, in modo che tu possa raggiungere le prime posizioni su Google! Pertanto, è importante creare e presentare una sitemap XML che possa essere trovata e consultata dai motori di ricerca in modo rapido ed efficiente.

Dopo averla creata, è necessario inviarla a Google tramite la Google Search Console. Per inviare la sitemap, vai allo strumento sitemaps nella barra del menu a sinistra e incolla semplicemente la pagina XML. Poi clicca su "invia".

 

Uno strumento potente, indispensabile per chiunque gestisca un sito web

Per migliorare costantemente la tua ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO) e per essere in grado di adattarsi ai criteri sempre mutevoli di Google, è importante conoscere questa applicazione in dettaglio per trarne il massimo vantaggio. 

Essendo uno strumento gratuito e uno dei migliori strumenti SEO, con accesso diretto ai risultati di ricerca di Google e con ampie opzioni di dati e impostazioni, Google Search Console è uno strumento eccellente per ogni webmaster e ottimizzatore di motori di ricerca. I soli rapporti sulle prestazioni forniscono una panoramica completa dello stato e della rilevanza del proprio sito web nei risultati di ricerca. I singoli piccoli strumenti e le opzioni di impostazione offrono anche la possibilità di intervenire in caso di problemi o suggerimenti di miglioramento. Questo strumento è consigliato non solo ai professionisti ma anche ai principianti grazie alla sua facilità d'uso e dovrebbe essere utilizzato da ogni webmaster e ottimizzatore di motori di ricerca.

Condividi su: